seduzioneRicercando la tessera elettorale mi capita sempre di perdermi nella mia libreria tra spartiti, poesie, diete Dukan, bambole di carta e scontrini. Ma questa volta mi sono dovuta far strada tra…
Le regole, Come entrare nel suo cuore senza uscire di testa, Bella, ricca e stronza, Dimentica i due di picche diventa un asso di cuori, Tu lo fai girar, Io non soffro per amore, Come amare un uomo difficile, Il fascino della seduzione, Fallo soffrire 3.0, Tattiche d’amore.
A parte i soldi spesi per questa piccola biblioteca, che se fossero serviti a qualcosa sarebbero quelli usati meglio, questi libri sono utili? Lo scoprirete voi stessi. Solo per oggi e per il fortunato pubblico di Venti al venti comporrò:
Il bignami della seduzione
L’autrice: Vista la precedente bibliografia sull’argomento, completata anche da studi di psicologia, una tesi in PNL, una sulla femme fatale ed un nutrito c.v amatoriae, se non si dice un’esperta sull’argomento è solo per modestia. Inoltre, la Minavigante adora i formati bignami, di cui faceva largo uso al liceo classico.
Capitolo 1 A chi è consigliato questo libro.
A chi è innamorato di qualcuno che non ricambia.
A coloro che anelano qualcuno già impegnato in altra relazione. A detta dell’oggetto del desiderio la suddetta è in esaurimento, complicata, ormai al termine, ma in realtà è indissolubile, profonda e a rilascio prolungato (come gli antistaminici). Per capirci, se dalla vostra amica del cuore vi siete sentiti dire spesso: “Non la lascerà mai“.
Capitolo 2 Playlist per il vostro Ipod. (Dalla musica si prendono gli spunti migliori)
Ballata dell’amor cieco Fabrizio De Andrè, Dillo alla luna Vasco Rossi, Teorema, Marco Ferradini, Oro, Mango, Billie Holiday discografia completa.
Capitolo 3 Le due tecniche a confronto
Tecnica 1: Chi non mi vuole non mi merita.
Non rivolgete mai per prime la parola ad un uomo e non invitatelo a ballare. Non fissatelo e non parlate troppo. Non telefonategli e richiamatelo solo di rado. Concludete sempre per prime gli appuntamenti. Non precipitatevi a letto con lui.
Tecnica 2: Chi la dura la vince.
Diventate sue amiche. Adulatelo sulle sue qualità. Siate le prime a mostrare l’interesse per l’altro. Non lasciatevi prendere dall’impazienza. Siate costanti nelle attenzioni. Diventate un’abitudine. Siate tenaci. Malgrado non abbiate risposte immediate, tenete duro.
Non precipitatevi a letto con lui.
Capitolo 4 Conclusioni
Come potete notare, a parte l’assunto che io chiamo della nonna e che è sempre vero:
Non precipitatevi a letto con lui,
le due strategie sono opposte. Dunque? Bisogna capire se l’uomo a cui miriamo appartenga alla categoria uno o due. Ma per quello rimandiamo al prossimo
L’esperta comincia a pensare che molto dipenda dalla fortuna. O gli piaci dall’inizio o non c’è tattica che serva. Lo rincorrerai finché ti piacerà, ovvero finché non guarirai. Un po’ come fosse un influenza che si può riprendere tutte le volte e a cui non c’è né antidoto, né vaccino. Il segreto dell’autrice, però, è che una volta che te lo sei tolto dalla testa, sarà lui a cercarti. Strano, ma vero, è quasi sempre così.
Peccato che sia inutile, dato che ormai non lo vuoi più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *