Mamma, ci avresti mai creduto che avrei 

ballato?

Tu che raccontavi sempre 

di quando avevi provato con papà, 

e ti avevano restituito i soldi

perché per la danza

non avevi speranza.

Io che ti somiglio sempre e così tanto 

te ne vorrei parlare.

Chissà se ora anche tu,

hai  il tempo 

per ballare. 

 

F.L

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *